Autunno e antica Medicina Cinese: osserva la Natura e trovi la Salute!

Con l’arrivo di settembre le temperature si sono abbassate, almeno per il momento. C’è un velo di tristezza in questo mese che segue la stagione calda, alla quale settembre fa l’occhiolino per dirle soltanto un timido arrivederci perché gli addii in Natura non sono contemplati. Tutto si trasforma, tutto cambia e nella fine c’è già il principio di un nuovo ciclo. Per me la pioggia che scorre, che idrata i terreni e che attraversa i canali, lasciando la sua impronta indelebile, è molto romantica. E` come se portasse via con sé anche i cattivi pensieri, le sensazioni nocive e tutto ciò che ormai non ci serve più, con il solo intento di far posto al nuovo. Almeno la percepisco così. 



Con me vive un pastore tedesco di nome Laila. Lei adora farsi scivolare sul suo manto peloso e morbido l’acqua piovana, ma solo in questo periodo, perché d’inverno, quando fa molto freddo, Laila si raggomitola su se stessa e dorme, mai si sognerebbe di bagnarsi troppo. Lei è in sincronia con la Terra. Lei tutto sa e tutto conosce, sicuramente meglio di me che, piena di paradigmi e idiozie fin troppo cerebrali, pensavo fino a qualche anno fa di sapere tutto e invece, osservando la Natura, mi accorgo del contrario. Capisco che aveva ragione Socrate: soltanto mettendosi nella condizione di assenza di giudizio e pregiudizio, cogliamo quella bellezza collaterale che avvolge ogni cosa, compresa la nostra esistenza e il nostro organismo. 


Per la Medicina Cinese, alla quale faccio spesso riferimento perché mi affascina, il microcosmo è a immagine del macrocosmo; entrambi sono pervasi da due energie opposte eppure complementari perché l’una non potrebbe esistere senza l’altra e, già quando una è alla massima espansione, l’altra si manifesta, sebbene in una piccola percentuale. Queste due forze, che sono rappresentate dal simbolo del Tao, si chiamano Yin e Yang. Yin è la materia, è l’inverno, è la mezzanotte, è la luna, è il femminile, è il lento, è il finito, è il freddo, è la parte bassa del nostro corpo, sono gli organi pieni (il cuore, il polmone, il rene, la milza e il fegato), è tutto ciò che è interiore, come la psiche, è l’acqua, è il sonno, è la terra e l’elenco ovviamente potrebbe continuare. Yang è l’energia, è l’estate, è mezzogiorno, è il sole, è il maschile, è il superficiale, è l’esteriore, è il tempo, è l’infinito, è l’alba, è ciò che è leggero, è la veglia, è il cielo, è la parte alta del nostro corpo, sono gli organi cavi, come l’intestino, lo stomaco, la vescica e la cistifellea. 

Con l’autunno Yang piano piano decresce, mentre Yin aumenta fino ad arrivare alla sua massima espansione nel periodo invernale. E quindi tutto il nostro corpo partecipa a questa danza meravigliosa che si chiama Vita. Lo fa in vari modi e noi possiamo assecondare questa ciclicità con uno stile di vita corretto oppure ostacolarla favorendo così la malattia. Per l’antica Medicina Cinese (oggi Patrimonio dell’Umanità), nel momento in cui Yin e Yang non sono in equilibrio, si manifestano i primi sintomi; questi sono come delle avvisaglie che dall’interno escono all’esterno, si esteriorizzano per esempio sull’epidermide o con altre sintomatologie, a livello muscolare magari. In Naturopatia e in modo particolare in Psicosomatica i disagi sono dei tentativi che il corpo fa per portarci “sulla retta via”. Dal piccolo disagio alla malattia il passo potrebbe essere molto breve. 

La Medicina Cinese fornisce tutta una serie di strategie per mantenere o riportare il corpo in una situazione di equilibrio energetico; molte di queste terapie in Italia devono essere praticate da un Medico, altre - come il massaggio e la digitopressione - possono essere eseguite da un operatore olistico o del benessere. L’agopuntura, l’alimentazione corretta (mediante l’equilibrio dei cinque sapori), l’uso delle erbe e la Moxa sono le principali terapie della Medicina Cinese, la quale ritiene che il corpo umano sia attraversato da Meridiani, cioè delle linee energetiche che collegano i vari organi. Attraverso i meridiani passa l’energia dello Yin e dello Yang. Essa può essere rallentata, tonificata, sbloccata. Dipende dalle situazioni e solo un vero esperto può stabilire come procedere. Lo fa come suggeriva anche Ippocrate, il padre della Medicina Occidentale, cioè soprattutto con l’osservazione del paziente. La diagnosi energetica viene effettuata in tre diversi modi: l’ispezione, l’auscultazione, l’interrogatorio e la palpazione. Di conseguenza si parte dal presupposto che ciascuno è diverso e unico, pur con le dovute somiglianze e analogie. Il medico segue inoltre otto regole diagnostiche per individuare dove si colloca la Malattia, da che cosa è causata, come potrà svilupparsi in futuro e quali terapie eseguire. Queste si basano su interno-esterno, freddo-calore, vuoto-pieno e Yin-Yang. La malattia può essere determinata da cause climatiche, cause alimentari e cause ereditarie, costituzionali e psichiche. 

Perché ho collegato l’autunno con la Medicina Cinese? Vi starete sicuramente chiedendo. I cinesi erano grandi osservatori e collegavano l’autunno all’elemento Metallo, alla secchezza, al punto cardinale ovest, al colore bianco, ai polmoni, al colon, all’olfatto, ai peli, alla pelle, all'emozione della paura, al sapore piccante e all’odore acre-nauseabondo. Quindi, in questo periodo, oltre a tenere in uno stato di buona salute il fegato, come già spiegato in un video, bisogna prestare attenzione alla pelle, all’intestino crasso e in generale all’apparato respiratorio, in modo particolare al Polmone che ci mette in relazione con l’esterno e quindi favorisce il ricambio energetico. Con la fine dell’estate il caldo cede il posto al freddo dentro e fuori di noi. Alimentarsi in modo corretto, introducendo più cibi Yang in questo periodo (se non ci sono squilibri) è necessario, perché il corpo avrà sempre più bisogno di riscaldarsi. Rallentare nella seconda parte della giornata e andare a dormire prima, fare attività rilassanti dopo mezzogiorno, coccolarsi un po’, come fa il mio cane, è un atto dovuto che sicuramente ci farà stare meglio.

Commenti

Post più popolari