Settembre! Come affrontare il cambio stagione?

Arriva settembre ed ecco alcuni consigli per affrontare il cambio stagione. Con la fine dell’estate e l’inizio dell’autunno (il 23 settembre) si completa un ciclo vitale. La terra comincia a chiudersi in sé. Ora il corpo umano è Natura, quindi è importante seguire le leggi della Terra per andare incontro in modo più sano ed equilibrato all’inverno quando il nostro sistema immunitario potrebbe essere messo a dura prova dalle temperature rigide. Uno degli organi che va salvaguardato soprattutto a settembre è il fegato. La ghiandola epatica simbolicamente è come una sorta di laboratorio nel quale si svolgono i processi di trasformazione delle sostanze assorbite dall’intestino. Il fegato, infatti, distrugge o inattiva le sostanze tossiche, sintetizza il colesterolo, metabolizza il glucosio e i grassi, produce gli amminoacidi che servono per formare le proteine, sintetizza le albumine e le globuline. Inoltre produce la bilirubina e sintetizza il colesterolo. 




Quindi la ghiandola epatica secerne continuamente bile che è indispensabile per i processi digestivi. Tenerla in buona salute è prioritario, soprattutto nei cambi di stagione. Gli aspetti simbolici sono numerosi. Immagino il fegato come il laboratorio di un antico alchimista, da cui trarre la giusta energia per affrontare la vita. Ecco perché il fegato è ritenuto la sede del coraggio. Si dice difatti “avere fegato” ma la ghiandola epatica è pure il luogo della rabbia senza la quale non ci sarebbe azione, perché solo grazie a questa emozione primordiale noi abbiamo la forza e l’ardore per agire. La rabbia deve essere calibrata, chiaramente, altrimenti si trasforma in ira e in collera che creano disagi al soggetto e alle persone che vivono con lui. 

Posso dire che prima dell’inizio dell’autunno, quindi tra il 4/6 agosto e il 23 settembre, il fegato elabora simbolicamente quanto accaduto per preparare il soma e la psiche al nuovo ciclo vitale. Cosa fare per tenerlo in buona salute? Come affrontare il cambio stagione allora? Innanzitutto alimentandosi bene e seguendo i ritmi delle stagioni con uno stile di vita adeguato. Proprio in questo periodo, ad esempio, matura il Radicchio Precoce di Treviso. Vi consiglio, dunque, di mangiare frutta (come l’Uva nera) e verdure di stagione. Quindi largo al consumo di Radicchio, di Uva (se non avete particolari intolleranze e problemi) e di Funghi che maturano in autunno. Abbassate, inoltre, le proteine animali. Aumentate il consumo di legumi (vi spiegherò come cucinarli in un video, per evitare fermentazioni) e di cereali integrali. Optate per il pane e la pasta sempre integrali (ma che sia vero integrale!). Di seguito il video nel quale vi parlo di questo e molto altro. 


Commenti

Post più popolari