I Mandala: cosa sono? Te lo spiego qui


I Mandala: cosa sono? Raffaele Morelli - psichiatra e direttore dell’Istituto Riza di Medicina Psicosomatica - afferma che portare l’attenzione sull’atto del colorare ci apre le porte a una dimensione non controllata dall’Io, cioè dal ragionamento. Un mondo di spontaneità, semplicità e immediatezza. Quando abbiamo un problema non cerchiamo di risolverlo con la logica bensì affidiamoci alla creatività, perché più rimuginiamo più le cose si complicano. Ed esiste un Mandala per ogni situazione ed emozione. (N.B. guarda il video in basso)

E allora i Mandala cosa sono? Il Mandala è un disegno circolare con immagini geometriche o anche con animali. Arriva dalla tradizione orientale, in modo particolare dal Buddhismo, e viene usato per finalità terapeutiche dalla Psicologia e in genere dalle tecniche olistiche. Quando si colora un Mandala si compie un viaggio iniziatico che ci riporta al cuore di noi stessi. Gustav Jung, il padre della psicologia del Profondo, considerava il Mandala come un archetipo dell’ordine interiore perché dal centro conduce alla periferia.



I Mandala rappresentano, dunque, la totalità che si oppone alla frammentarietà perché ci fa uscire dal tempo per entrare nel senza tempo ed abbracciare così la nostra essenza più profonda, mettendo così da parte l’apparire e tutti i richiami esteriori che spesso ci fanno dimenticare chi siamo e da dove veniamo. Il Mandala riflette i vari livelli di coscienza di un individuo. Io li uso nelle mie consulenze naturopatiche e nei percorsi di rilassamento e visualizzazione con Aromi. Provare per credere. 




Per consulenze (anche online) mariaianniciello1981@gmail.com

Commenti

Post più popolari